Pedicure estetico

5
(2)

Avere piedi belli, curati, dalla pelle morbida e vellutata è il sogno di ogni donna. Per raggiungere questo risultato è indispensabile prendersi cura dei propri piedi attraverso un trattamento estetico mirato, ovvero il Pedicure estetico.

Ma in cosa consiste esattamente questo trattamento? Quali fasi prevede e con quanta frequenza deve essere fatto? Ecco tutto ciò che devi sapere sul trattamento dedicato alla cura e al benessere dei piedi!

Esempio di piedi curati

Pedicure estetico: che cos’è?

Quando si parla di pedicure estetica, ci si riferisce ad un trattamento di bellezza che permette di migliorare l’aspetto e il benessere generale di piedi e unghie. Grazie a questo trattamento infatti, si possono ottenere piedi idratati, morbidi e privi di callosità anti-estetiche.

Inoltre, la cura delle unghie e l’applicazione dello smalto donano al piede un aspetto più attraente e curato. Ma quali sono gli step di un pedicure estetico eseguito da un’estetista?

Il trattamento pedicure include il pediluvio, la cura delle unghie e delle cuticole, la rimozione delle callosità e degli ispessimenti superficiali, il massaggio con una crema idratante specifica e l’applicazione dello smalto. Ma vediamo nel dettaglio come si svolge ogni fase del trattamento.

Pedicure in cosa consiste?

Immagine di pediluvio

Ecco i 5 step da seguire per fare un pedicure a regola d’arte:

  • Pediluvio: l’immersione dei piedi nell’acqua tiepida permette di ammorbidire la pelle, rendendo più facile la successiva rimozione di ispessimenti e callosità. Perché sia efficace, il pediluvio deve durare almeno 15 minuti. Nell’acqua si può aggiungere del bicarbonato, del sale grosso e qualche goccia di olio essenziale di menta o lavanda per un’azione rinfrescante ed emolliente.
  • Rimozione delle callosità superficiali: mentre un piede rimane ammollo nell’acqua, si inizia ad eseguire un massaggio con scrub sull’altro piede. In alternativa, si possono utilizzare delle spatole dermoabrasive o la tradizionale pietra pomice. L’obiettivo deve essere quello di levigare delicatamente la pelle del piede, eliminando così gli ispessimenti superficiali. Dopo aver eseguito il massaggio su entrambi in piedi, si possono asciugare per passare alla fase successiva.
  • Cura delle unghie: utilizzando un bastoncino d’arancio, si procede ad eliminare la pelle morta sul letto ungueale. Questo passaggio permette di rimuovere la pelle in eccesso e di pulire al meglio le unghie. Successivamente, si tagliano le unghie in base alla lunghezza desiderata, prestando attenzione ad eseguire un taglio dritto per evitare che l’unghia si incarnisca. Infine, con una lima di grana 100/100, si limano le unghie dando loro una forma arrotondata o quadrata, in base ai propri gusti. Si può anche utilizzare un buffer su tutto il letto ungueale per eliminare eventuali macchie e dare maggiore uniformità all’unghia.
  • Crema idratante: massaggiare i piedi con una crema idratante specifica è un passaggio fondamentale per ammorbidire e nutrire la pelle, prevenendo così la formazione di futuri ispessimenti. Il massaggio circolare deve essere eseguito su tutto il piede, partendo dalle dita e arrivando fino alla caviglia, finché la crema viene assorbita completamente. Una volta che i piedi e le unghie si sono asciugati, si può passare all’ultimo step.
  • Applicazione dello smalto: l’ultima fase prevede la stesura dello smalto, che va scelto in base ai propri gusti e preferibilmente, in pendant con le unghie delle mani. È buona norma applicare prima una base nutriente, poi lo smalto e infine il top coat per farlo durare il più a lungo possibile. In alternativa, si può optare per la ricostruzione unghie con il gel o per l’applicazione dello smalto semi-permanente. Queste due soluzioni ti permetteranno di avere unghie impeccabili per un periodo di circa un mese, molto di più rispetto allo smalto tradizionale.

Smalto nei piedi

Trattamento pedicure: ogni quanto farlo?

Molte donne si recano dall’estetista per un trattamento di pedicure soltanto con l’arrivo dell’estate, quando inizia il periodo in cui si indossano i sandali e i piedi sono sempre in mostra. Tuttavia, è importante avere piedi curati e in ordine durante tutto l’anno, e non solo d’estate. Prendersi cura dei propri piedi non serve soltanto a dar loro un aspetto più bello e ordinato, ma anche a prevenire alcune fastidiose problematiche legate alla salute dei piedi, come calli, duroni e unghie incarnite.

Per prevenire la comparsa di questi fastidiosi problemi, è consigliabile eseguire un trattamento di pedicure almeno una volta al mese. In questo modo sarai sicura di avere piedi sani e attraenti tutto l’anno!

Differenza tra pedicure estetico e curativo

Il pedicure estetico deve essere eseguito soltanto su piedi sani, che non presentano particolari problematiche. Quando si ha a che fare con alcune patologie dei piedi, è necessario richiedere un trattamento di pedicure curativo, che ha l’obiettivo di curare i tipici problemi che possono sorgere nella zona dei piedi e delle unghie.

Quindi, se desideri prenderti cura al meglio del benessere e della bellezza dei tuoi piedi, rivolgiti ad un’estetista esperta e competente per il tuo prossimo pedicure estetico!

Quanto ti è stato utile questo articolo?

Clicca sulla stella per votare

Media voto 5 / 5. Voti totali: 2

Nessuno ha votato! vota prima di tutti!

Ci dispiace molto che non lo hai trovato utile 🙁

Aiutaci a migliorarlo

Cosa possiamo fare per renderlo più utile?